Critoterapia, ipertermia e shock termico controllato

Critoterapia

Si ottiene, attraverso un potente effetto analgesico ed antinfiammatorio superficiale e profondo, un'anestesia temporanea della parte sottoposta al trattamento, muscolo, tendine o articolazione. L'azione del freddo si esplica sull'intero processo del dolore e dell'infiammazione:

  • rubor e calor (azione antinfiammatoria)
  • dolor (azione contro il dolore)
  • functio lesa (azione antimetabolica, vasocostrizione).

Shock termico controllato

La combinazione controllata di vasodilatazione e vasocostrizione indotte selettivamente nei tessuti, consente di sfruttare al meglio e completamente i forti effetti delle variazioni termiche imposte localmente.

Lo shock termico è efficace nelle prime fasi della riabilitazione per la rapida risoluzione del dolore, la riduzione del gonfiore, migliora la mobilità articolare e per l'inserimento delle fasi successive.

Forti escursioni termiche stimolano il microcircolo, il tessuto connettivo, tendineo ed i tessuti articolari, dando vita ad un forte effetto antalgico.

Share by: